Sarzana, che Botta!

« Il diritto alla città non è soltanto un diritto all’accesso di quanto già esiste, ma il diritto di cambiarlo. Noi dobbiamo essere certi di poter vivere con le nostre creazioni. Ma il diritto di ri-fare sé stessi attraverso la creazione di tipi qualitativamente differenti di socialità urbana è uno dei più preziosi diritti umani »

Harvey(2003)


Il sogno tradito di Botta: una città a misura di bambino

Se un sindaco le desse carta bianca, che città disegnerebbe? Botta: "Cercherei di salvare il mondo fantastico dell'infanzia e progetterei altri parchi-gioco, luoghi dove ci si può arrampicare sugli alberi..." A Sarzana non ha progettato nulla di tutto questo.

Delibera di Giunta 98/2007 – Adozione Piano “Botta” e scelta del Consulente

E' qui che ritroviamo il controverso punto d): La necessità della Variante allo Strumento Urbanistico del P.P. di via Muccini, appare altresì necessaria, alla luce della proposta di ridisegno di gran parte delle aree poste a sud della immediata periferia urbana, coincidenti con ampi spazi occupati da attività industriali dismesse da anni, effettuata dalla proprietà, con realizzazione di un intervento di ristrutturazione urbanistica dell’esistente, totalmente diverso da quello approvato e tutt’ora in vigore, e che comprende un patrimonio di rilevante entità, determinante e centrale nella positiva attuazione degli indirizzi di programmazione urbanistica cui l’Amministrazione Comunale intende conferire validità e importanza di obbiettivo primario.