Sarzana, che Botta!

« Il fine di ogni associazione è la conservazione dei diritti naturali e imprescrittibili dell’uomo: libertà, proprietà, sicurezza e resistenza all’oppressione »

Dichiarazione dei diritti dell’uomo e del cittadino del 1789


Sezione ‘La Storia’

Aree FS a valle della ferrovia: mistero
sui disegni e sull’onorario di Botta

Il disciplinare d'incarico a Mario Botta prevedeva che l'archistar progettasse anche le aree FS a valle della linea ferroviaria. Ma i disegni non si sono visti. Botta in compenso aveva chiesto un surplus di onorario. E' stato saldato? E, se sì, da chi?

Minacce inutili
Il Comitato va avanti
E s’interroga:
Perché accade oggi?

Le minacce contro Roberta Mosti non provocheranno la paralisi del Comitato. Ci poniamo alcune domande. Perché le minacce oggi e non tre o sette anni fa? E' soltanto un disegno criminale?

Minacce a Roberta Mosti e al Comitato
“State lontani dal progetto Botta!”

Un'oscena frase minatoria, che coinvolge la nipotina di 2 anni, scritta sul muro di casa della presidente Roberta Mosti, intima al Comitato di non occuparsi più del progetto Botta. Indagano i carabinieri

Parcella da 480 mila euro a Botta:
un comma incastra il Comune. Chi paga?

Un comma del disciplinare dell'incarico a Mario Botta prevede che per ulteriori varianti l'archistar sarà pagato a parte. Sdraiata la torre con la "stecca" di 95 metri e il "Pentagono" ecco servito il conto per il progetto - inutile - di piazza Terzi e area FS.

Cinque anni fa il voto sul Piano Botta
Crescono i palazzi, crolla il consenso

Il 9 luglio 2009 il voto in Consiglio comunale dà il via al Piano Botta. Il risultato è sotto gli occhi di tutti. Crescono i palazzi, crolla l'affezione per la politica. Ecco chi votò. Tendenze elettorali

Mario Botta bussa a denari
vuole 400 mila euro dal Comune

Mario Botta vuole dal Comune di Sarzana 400 mila euro per la sua opera di progettazione della nuova piazza Terzi (che non si farà). Il Comune aveva preventivato una spesa "presunta" di 110 mila euro. Segretata la pratica

Il segno di Caleo

Col Piano Botta voleva lasciare un segno per i secoli a venire. Massimo Caleo, sindaco e senatore della Repubblica, ha centrato l'obiettivo: un orrido ingresso in una città senza parcheggi, senza servizi, senza piscina pubblica, la scuola storica di viale XXI Luglio dismessa, l'ospedale liquidato, il bilancio comunale dissestato. Un segno indelebile !

Piano Botta, il bluff dei conti gonfiati. Un danno urbanistico e finanziario alla città

Fallita la gara per piazza Terzi, il Comune non ha denari per le opere pubbliche del Piano Botta. Gli oneri di urbanizzazione sono stati usati per coprire il buco di sei milioni della società Sarzana Patrimonio. La storia dei conti gonfiati. E ora chi paga?

Comune: buco da sei milioni e mezzo per aspettare il Piano Botta-Coop

Sarzana Valorizzazione patrimonio, società creata nel 2007 dal Comune per coprire un debito, doveva “valorizzare” gli immobili di piazza Terzi. Ha dovuto attendere il Piano Botta-Coop. Ora ha un buco di sei milioni e mezzo.

Cede traliccio, Tirrenica interrotta. Le FS denunciano il Comune

Linea ferroviaria Genova-Roma bloccata per il cedimento di un portale elettrico sopra via Murello. Treni in grave ritardo. Le Ferrovie denunciano il Comune e le Coop: gli scavi per il sottopasso non erano autorizzati.