Sarzana, che Botta!

« l’urbanistica degli imprenditori. Essi pensano e realizzano, senza nasconderlo, per il mercato, in vista di un profitto. La novità, il fatto più recente, è che essi non vendono più alloggi o immobili, ma urbanistica. Con o senza ideologia, l’urbanistica diventa valore di scambio »

LeFebvre (1968)


Articoli di agosto, 2011

XXI Luglio, storia di un fallimento

La storia della XXI Luglio è emblematica per spreco di risorse e disattenzione al problema istruzione. Dopo il recupero del cortile e di spazi interni, le prime classi salirono a tre. Poi chiusura e declino. Speculazione in agguato

XXI Luglio, 6.540 mc di gas in due mesi per scaldare la scuola chiusa da 5 anni

La scuola XXI Luglio è chiusa, ma il Comune continua a pagare una salata bolletta del gas. 6.540 mc consumati nel solo bimestre febbraio-marzo. Pochi, se i caloriferi sono ancora aperti, troppi per la sola palestra.

Pluriclassi alle elementari del capoluogo nella Sarzana del Festival della Mente

A Sarzana, capitale del Festival della Mente, dopo mezzo secolo tornano le pluriclassi nella scuola elementare del capoluogo. Da 5 anni accorpata alle medie, manca di spazi vitali per la formazione dei piccoli. I genitori hanno punito le scelte del Comune.

La Soprindendenza: Le Mura di via Landinelli vanno valorizzate

L'archeologa Lucia Gervasini della Soprintendenza dei Beni Culturali ha scritto al Comitato. Condivide le nostre osservazioni sulla grande importanza del rinvenimento delle antiche mura in via Landinelli, ne auspica la valorizzazione e si mette a disposizione per eventuali interventi. Ora la parola passa al sindaco Caleo e alla Soprintendenza.

Quando si dice pedalare a vuoto ….

Il Comune ha ufficialmente aperto il cantiere per la costruzione della pista ciclabile, prevista dal Piano Botta, che dovrà collegare via Muccini con la stazione ferroviaria, viale XXI Luglio. Insomma attraversare la città. Descrizione del cantiere: [...]

Parco Magra: un candidato scende in piazza e si confronta. E’ Piero Donati.

Il Comitato Sarzana, che botta! aveva chiesto alla Regione di rendere pubblici i curricula dei candidati al Parco Magra per rendere trasparenti le nomine. Silenzio. Piero Donati, candidato delle associazioni, si confronta in piazza e invia il curriculum.