Sarzana, che Botta!

« Quando il cittadino è passivo è la democrazia che s’ammala »

Alexis de Tocqueville


Parco Magra: un candidato scende in piazza e si confronta. E’ Piero Donati.

Rendere noti i curricula dei candidati alla presidenza e al consiglio di gestione del Parco Magra-Montemarcello. Era la richiesta che il “Comitato Sarzana, che botta!” aveva inoltrato al presidente della Regione Burlando e al consiglio regionale nella persona del presidente Rosario Monteleone. La stessa richiesta era stata inviata ai sindaci della Val di Magra. Nessuna risposta. Secondo il miglior stile della “democrazia” imperante: non ti curar di loro (i cittadini associati) ma guarda e passa. Eppure la pubblicazione dei curricula degli amministratori pubblici (una volta eletti) è obbligatoria per legge (Brunetta, che ogni tanto qualcuna l’azzecca pure!). Allora perché non “scavalcare” Brunetta e anticipare la pubblicazione al momento della candidatura e rendere più trasparente tutto il percorso delle nomine?

Piero Donati

Piero Donati

Ora dobbiamo registrare una novità: un candidato non solo presenta il proprio curriculum, ma scende in piazza, si presenta, accetta di rispondere alle domande dei cittadini e dei giornalisti. Insomma espone i suoi pensieri sul parco, accetta di confrontarsi. E’ Piero Donati, già sovrintendente ai Beni Culurali della Liguria.
Su nostra esplicita richiesta ha inviato al sito sarzanachebotta.org il proprio curriculum. Un sunto molto scarno – dobbiamo riconoscere – rispetto alla sua produzione culturale. La sua candidatura è stata lanciata dalle tre associazioni ambientaliste nazionali, Legambiente, Italia Nostra e WWF. E’ stata raccolta da un partito politico, il SEL di Niki Vendola, che ha colto la novità della proposta e del metodo e ha proposto a Sarzana il primo confronto in piazza tra il candidato e i cittadini. Domenica 7 agosto alle 18,30 in località Cachi di Fiumaretta si ripete

E Burlando? E Monteleone? E i sindaci? Il presidente della giunta regionale oggi, 3 agosto, ci guarderà dall’alto di un elicottero che partirà dalla base di Luni per portarlo a vedere la collina di Montemarcello e Punta Corvo: un sopralluogo aereo dopo gli smottamenti e i lavori di ripristino. E’ improbabile che parli dei criteri di selezione degli amministratori del Parco. Roba da segrete stanze della politica.
Noi non ci arrendiamo. Dopo che anche Massimo D’Alema, alla luce dell’esisto dei referendum, ha indicato ai partiti di centrosinistra la strada del confronto con i comitati e le associazioni, può darsi che qualcosa si muova anche nella politica locale. Per questo rinnoveremo le nostre richieste di trasparenza nelle candidature e di competenza dei candidati non solo alle istituzioni (regione e comuni) ma anche ai partiti (di sinistra e di destra). Vedremo le risposte, pronti a pubblicare tutti i curricula e a intervistare tutti i candidati.

Donati Piero curriculum 2011

Informazioni sull'articolo

Data
mercoledì, 3 agosto 2011

Tags

Lascia un commento