Sarzana, che Botta!

« Nessun dolore resiste quando uno, destandosi tre mattine di seguito, ha nella faccia lo splendore vivificante del sole che sorge »

Le Corbusier


Articoli di settembre, 2009

Premio per i Comuni a 5 stelle. Perché Sarzana non partecipa?

L'associazione "I Comuni virtuosi" ha aperto un bando per la scelta dei Comuni a 5 stelle: il premio sarà assegnato al comune che avrà dimostrato maggiore impegno nella propria politica per ridurre l'impatto ambientale rispetto alla gestione del territorio (cementificazione zero), l'impronta ecologica (risparmio energetico),i rifiuti (raccolta differenziata porta a porta), la mobilità sostenibile ( trasporto pubblico) , nuovi stili di vita (commercio equo e solidale, autoproduzione). Sarzana, con l'attuazione del piano Botta, si muove esattamente nella direzione opposta. Perché non proporre al Sindaco di partecipare al bando?

Due aggettivi di troppo

"Il colore rosato delle superfici verticali delle murature diviene elemento di contrasto con le ampie superfici dei giardini orizzontali". E' la descrizione dei particolari architettonici contenuta all'articolo 15 delle Norme tecniche di attuazione del Piano Botta. Due aggettivi di troppo: ampie e orizzontali. Non essendo grandi architetti ignoriamo l'esistenza di giardini .... verticali. Ma il Grande Architetto ignora ampiamente il suo progetto per piazza Terzi.

Troppi impegni professionali, Mazza lascia l’incarico

Roberto Mazza lascia la carica di presidente per i troppi impegni professionali, che non gli consentono più di seguire in prima fila l'attività del Comitato. A lui va il nostro affettuoso GRAZIE!

Il saluto di Roberto: grazie, per sei mesi pieni di passione

"Cari amici". Inizia così il saluto di Roberto agli aderenti che hanno condiviso "sei mesi intensi, pieni di passione, emozioni e soddisfazioni".

10 domande al sindaco Caleo

Chi è "la proprietà" che ha proposto il ridisegno di via Muccini, tanto forte politicamente da far scrivere alla Giunta che "la necessità della Variante di via Muccini si rende necessaria"? Chi sono i"soggetti attuatori" che hanno presentato i disegni e il professionista (Botta)? Queste due delle dieci domande al Sindaco Caleo. Si attendono risposte in nome della trasparenza (e della democrazia)

Ai costruttori spezzini il 40 % del Piano Botta. O bere o affogare

Le aziende edili spezzine riceveranno dalle Coop il 40% dei lavori di via Muccini. In un comune dove i piani territoriali vengono variati in base alle esigenze dei proprietari delle aree, gli industriali locali esultano: meglio bere il 40% che affogare!

Piano di via Muccini manca un censimento delle case sfitte

Le conclusioni di una "tesi" svolta da Sara Frassini alla facoltà di Ingegneria a Pisa è diventata una delle osservazioni (numero 37) del Comitato al Piano Botta. Per Sara il Piano manca di analisi storica, demografica, di un censimento delle case vuote, di una previsione di sostenibilità ambientale.

Vittorio Emiliani: le case restano vuote, ma si continua a costruire

La tesi di Sara Frassini trova riscontro nell'articolo di un grande giornalista, Vittorio Emiliani sul Corriere della Sera. "Le case restano vuote, ma si continua a costruire". E a distruggere territorio. E' il "delirio costruttivo" di cui parlò Roberto Mazza nella prima intervista da presidente del Comitato.

Incarico a Botta: legittimo? Per l’Autority no

L'incarico senza concorso all'architetto Botta è legittimo? L'osservazione redatta dall'avvocato Furter pone più che un dubbio: la legge prevede che sopra i 20 mila euro tutti gli incarichi siano affidati con concorso. L'Autority sui contratti pubblici conferma.

Un bacio e sboccia un assessore!

Un bacio e, voilà, “assessora” dal nulla. Un bacio, che botta! Anzi, che botta un bacio di Botta! Scusate il bisticcio, ma la favola di Federica Cozzani, neo assessore ai lavori pubblici nella giunta Caleo, comincia proprio col bacio di Mario Botta al Moderno. L’intrepida Federica fu l’unica a spendersi per il Grande Maestro. Che […]