Sarzana, che Botta!

« l’urbanistica degli imprenditori. Essi pensano e realizzano, senza nasconderlo, per il mercato, in vista di un profitto. La novità, il fatto più recente, è che essi non vendono più alloggi o immobili, ma urbanistica. Con o senza ideologia, l’urbanistica diventa valore di scambio »

LeFebvre (1968)


 

Edilizia sociale: abitare sotto i ponti … di Botta

barbone ponte

Cosa impediva ad Abitcoop Liguria e all’Amministrazione comunale di realizzare appartamenti con finalità sociali in edifici tali da non stravolgere l’immagine di Sarzana? Come si spiegano tutti quei palazzi a ponte? Edilizia sociale… Palazzi a ponte… Ma certo! Che geni! Devono aver pensato che l’edilizia sociale serve per gente abituata a dormire sotto i ponti. Per non scioccare i poveretti con palazzi normali, ecco un bel palazzo a ponte … di Botta, ma pur sempre a ponte. Ovviamente a costoro saranno riservati gli appartamenti sotto le volte: non sia mai detto che il trauma di ricevere calore e luce li spinga a rinunciare …

Informazioni sull'articolo

Data
mercoledì, 9 dicembre 2009

Tags

Lascia un commento