Sarzana, che Botta!

« Se le amministrazioni non rappresentano più gli elettori, cambiamoli questi benedetti elettori »

Corrado Guzzanti


L’assemblea di mercoledì su “La Nazione”

Comitato Botta: già pronte
decine di osservazioni al Piano

da La Nazione – 08/05/09 – pag. 11

SONO già oltre sessanta le osservazioni critiche al Piano di via Muccini disegnato dall’architetto Mario Botta. Sono già pronte per essere inoltrate, sottoscritte dai cittadini aderenti al Comitato «Sarzana che Botta» riuniti l’altra sera al centro «Barontini» per continuare il lavoro di studio e analisi della delibera, aspettando la pubblicazione da parte dell’amministrazione comunale di relazioni, allegati e cartografie del progetto. Intanto il Comitato affila le armi la battaglia delle osservazioni: «E’ l’unico scampolo di partecipazione democratica a una decisione tanto importante dopo che l’amministrazione ha rifiutato di sottoporre la pratica alla Valutazione ambientale strategica, la Vas, che avrebbe consentito di confrontare più soluzioni con la partecipazione della popolazione», ha commentato il portavoce Roberto Mazza. E la legge riconosce a tutti i cittadini la facoltà di presentare osservazioni al Piano.Il Comitato ha iniziato a mettere le osservazioni nero su bianco, sulla base di tutte le mail ricevute in questi mesi. Nel mirino ci sarà la scelta del modello di architettura disegnata da Botta, uguale a Sarzana come a Treviso e Lugano, ignorando quella unicità delle città che nei suoi interventi ai convegni (ultimo quello di Ferrara ricordato l’altra sera) dice di voler conservare. Poi entrerà nei singoli aspetti: viabilità, collocazione dei parcheggi, quelli che vengono definiti «fazzoletti di verde». Non saranno presentate invece osservazioni di natura giuridica, che un apposito gruppo tecnico sta elaborando. Una scelta tattica: non scoprire le carte del ricorso al Tar.

Informazioni sull'articolo

Data
venerdì, 8 maggio 2009

Tags

Lascia un commento