Sarzana, che Botta!

« Tutte le scelte collettive dovranno venire presentate e discusse con una procedura razionale e con argomenti in se stessi reversibili, perchè la minoranza deve venire rispettata in quanto a sua volta maggioranza virtuale »

Marco Romano


 

Il presagio di Cavarra sindaco
Un’agenda Smemoranda per Castagna

Satira 1.  Il presagio
Il 27 ottobre 2014 il sindaco Cavarra, tirato in ballo per giorni dal Comitato Sarzana, che botta!, sbotta: <<Piazza Martiri? Io vado avanti per la mia strada, che è anche quella del buon senso e della soluzione migliore per la città. Rimando al mittente ogni polemica che ritengo strumentale. Qualcuno non è d’accordo? Tra quattro anni ci saranno nuove elezioni, la gente giudicherà e se penserà che avrò lavorato male, voterà qualcun altro>>. Accontentato.

 Satira 2. Smemoranda
<<Le carte di piazza Martiri? Sono note da sempre! Ma quali sparizioni e modifiche top secret! Il Comitato Sarzana, che botta! può essere il giusto testimonial di una politica sempre improntata all’ascolto e alla partecipazione>>, dichiarazione stupefacente (non sappiamo quale sia il principio attivo) resa al Secolo XIX da Daniele Castagna, consigliere comunale del PD, già presidente della commissione territorio del consiglio comunale nel 2014 e assessore alla partecipazione nel 2016. La satira potrebbe finire qua.
Ma Castagna ci sfida sul filo della memoria. E allora ecco il presidente della Commissione territorio il 31 ottobre 2014 liquidare la richiesta del Comitato di aprire un confronto su piazza Martiri: <<Sono fuori tempo massimo>>.E poi la perla delle perle. La giunta Cavarra per Castagna aveva il merito di tirare fuori dai cassetti vecchi progetti e realizzarli. Il Laurina era uno di quelli. Peccato che il progetto del 2014 era del tutto nuovo se non altro perché era variato il piano urbanistico. Oggi Castagna si lancia in un revival del 2016, quando, evidentemente a sua insaputa, sedeva in giunta e approvò la delibera con la convenzione senza il progetto, che nessuno ha visto. Neppure lui. E lo confessa. <<Il 27 ottobre 2016 la giunta ha comunicato che viene mantenuto lo storico e la ricostruzione di un unico volume …>>. La giunta ha comunicato … E le carte note da sempre? Neppure Castagna le ha mai viste, tanto che parla di “distacco” tra i due corpi, antico e moderno. Ignora che saranno collegati da un vano di vetro di tre piani. Consigliere Castagna, una bella agenda Smemoranda?

Facebook

Informazioni sull'articolo

Data
domenica, 18 novembre 2018

Tags

Lascia un commento