Sarzana, che Botta!

« l’urbanistica degli imprenditori. Essi pensano e realizzano, senza nasconderlo, per il mercato, in vista di un profitto. La novità, il fatto più recente, è che essi non vendono più alloggi o immobili, ma urbanistica. Con o senza ideologia, l’urbanistica diventa valore di scambio »

LeFebvre (1968)


 

Il cieco di Sarzana

(archivio Fondazione Mondadori)

Sollecitato da una signora non vedente a prendere atto delle difficoltà dei ciechi di muoversi per Sarzana causa buche, marciapiedi dissestati se non addirittura inesistenti e percorsi non protetti, il sindaco Alessio Cavarra ha accettato di essere guidato da lei per le strade del centro. Si è fatto immortalare dai giornali con occhiali oscurati mentre camminava affianco alla signora. Pochi hanno capito la funzione degli occhiali oscurati. E’ da quattro anni e mezzo – ha osservato qualche maligno – che Cavarra ha gli occhi bendati di fronte ai guasti delle vie cittadine. Per lui vale il detto: non c’è peggior cieco di chi non vuol vedere.

Informazioni sull'articolo

Data
sabato, 22 luglio 2017

Tags

Lascia un commento