Sarzana, che Botta!

« Se le amministrazioni non rappresentano più gli elettori, cambiamoli questi benedetti elettori »

Corrado Guzzanti


Raccolta differenziata, a Sarzana crolla. E la Tares aumenta

Per la legislazione europea del 2001, recepita in Italia solo nel 2006, la raccolta differenziata avrebbe dovuto raggiungere il 65% a fine 2012. La Liguria supera di poco il 25 per cento. E’ al quart’ultimo posto in Italia. Il problema è particolarmente paradossale (e drammatico) a Sarzana, dove i dati certificati attestano addirittura una clamorosa regressione rispetto al 2001 e al 2005.
Come dimostra la
tabella allegata, la nostra città è passata da un promettente 36,31 per cento di differenziata nel 2001 al 33,95 per cento nel 2005 dopo un crollo verificatosi nel 2004. Oggi è attestata al 26 per cento: quasi 40 punti percentuali in meno rispetto a quanto ci chiede l’Europa, che ha avviato contro l’Italia la procedura d’infrazione delle regole comunitarie con la prospettiva di multe salatissime.
Il Comitato Sarzana, che botta! invita la cittadinanza, che giustamente lamenta lo scandalo dei bidoni stracolmi di rifiuti, a firmare la proposta di
legge d’iniziativa popolare, denominata “Rifiuti Zero”, in modo che possa essere presentata al Parlamento. Abbattere i rifiuti da conferire in discarica o negli impianti d’incenerimento, recuperare le materie prime è l’unica strada per ottenere una diminuzione significativa dei costi di smaltimento, cioè della TARES. Senza l’impegno dei cittadini, i Comitati non possono nulla e le amministrazioni restano ferme.
Il Comitato ha chiesto all’ Amministrazione comunale (Sindaco e Consiglio comunale), molto attiva nell’affrontare il problema dal punto di vista del decoro urbano, di condividere la proposta di legge popolare come già fatto da altri Comuni italiani e di verificare se il recente piano industriale di Acam Ambiente è coerente con gli obblighi che ci impone l’Europa.
Questo il testo della lettera inviata al sindaco Cavarra e al consiglio comunale. Rifiuti Zero lettera proposta al Comune

Informazioni sull'articolo

Data
domenica, 7 luglio 2013

Tags

1 commenti per “Raccolta differenziata, a Sarzana crolla. E la Tares aumenta”


  1. spadde logrt scrive:

    I cittadini sarzanesi sono un gregge di pecoroni !!!!!!
    TUTTI si lamentano per il completo stato di abbandono in cui versa la città, ma quando sono nelle cabine elettorali difventano come i cavalli da corsa cioè con i paraocchi oppure come i carabinieri: fedeli nei secoli.
    La nostra è una città destinata alla sporcizia ed alla frequentazione delle puttane nella prima periferia.



Lascia un commento