Sarzana, che Botta!

« È anzitutto alla casa di abitazione che occorre rivolgere la massima cura. Se gli uomini vivessero veramente da uomini, le loro case sarebbero dei templi »

Mario Botta, citando Ruskin


 

Paga Pantalone

Luci sulla città. Potrebbe essere il titolo di un film. E’ la rappresentazione dell’incuria a cui sono abbandonate Sarzana, le casse comunali. E’ una scena che si ripete da settimane, da mesi, nell’indifferenza generale. Le luci dei lampioni di via Neri, via Sobborgo Emiliano, viale XXI Luglio, piazza Veneto, fino a piazza Martiri e ai giardini della stazione accese fino a mattina inoltrata, in pieno sole. Vengono spente solo se qualche cittadino segnala.

Via Sobborgo Emiiano illuminata "a giorno"

Dicono si tratti di un guasto ai sensori. Gli unici sensori guasti sono quelli di chi amministra la città e se ne frega. Tanto paga Pantalone (i contribuenti)

Informazioni sull'articolo

Data
mercoledì, 22 maggio 2013

Tags

Lascia un commento