Sarzana, che Botta!

« l’urbanistica degli imprenditori. Essi pensano e realizzano, senza nasconderlo, per il mercato, in vista di un profitto. La novità, il fatto più recente, è che essi non vendono più alloggi o immobili, ma urbanistica. Con o senza ideologia, l’urbanistica diventa valore di scambio »

LeFebvre (1968)


Sarzana inaugura la “Consulta della legalità”. La battezza don Ciotti

Miglior battezzante per la Consulta comunale della legalità Sarzana non poteva trovarlo. Giovedì 2 febbraio alle ore 20,30 don Luigi Ciotti, fondatore di Libera, l’associazione antimafie, sarà nella sala del Consiglio Comunale di Sarzana per tenere a battesimo la Consulta della  Legalità. La costituzione della Consulta era stata proposta dal presidio sarzanese di Libera nell’aprile del 2010 e aveva incontrato subito il sostegno di altre associazioni, tra cui il Comitato “Sarzana, che botta!”. Giunta in consiglio comunale, votata all’unanimità da tutti i gruppi politici, si è arenata sui criteri di composizione. Un problema di rappresentanza, di equilibri politici, che rischia di limitarne efficacia e intraprendenza. Insomma di burocratizzarla. Don Ciotti darà lo slancio necessario perché non diventi effettivamente operativa tra altri due anni.
Giovedì 2 febbraio il sacerdote antimafia per eccellenza prenderà la parola in altri due momenti distinti in provincia della Spezia. La mattina alle 10.00 sarà in Sala Dante per un “Incontro con gli studenti e con la cittadinanza”. Alle 16.00 si traferirà al Centro Sociale di Molicciara (Castelnuovo Magra) per il “Premio Costruttori di Pace 2011”.

Il documento di di adesione del Comitato Sarzana, che botta! divulgato il 10 maggio 2010 Sostegno proposta Libera

Informazioni sull'articolo

Data
sabato, 28 gennaio 2012

Tags

Lascia un commento