Sarzana, che Botta!

« Nessun dolore resiste quando uno, destandosi tre mattine di seguito, ha nella faccia lo splendore vivificante del sole che sorge »

Le Corbusier


Magra e alluvioni, come prevenire? Convegno di Stop al Consumo di territorio

“FOCE DEL MAGRA E ALLUVIONE: QUALI SOLUZIONI PER LA PREVENZIONE?” è il tema dell’incontro organizzato dal movimento “Stop al consumo di territorio” sabato 28 gennaio alle 15,30 presso la sala convegni dell’hotel Stella del Magra a Fiumaretta.
Due le relazioni in programma.
PINO SANSONI:  “Alluvione nel basso Magra: vere e false soluzioni”
ANGELICA POLVERINI:  “Da divinità a discarica, storia di un fiume”
Introduce SILVIA MINOZZI, coordinatrice del nodo spezzino del movimento.
Pino Sansoni presenterà una approfondita e circostanziata analisi delle cause dell’alluvione nel basso Magra e discuterà i pregi e difetti delle possibili soluzioni per la prevenzione di nuovi eventi calamitosi. Per preparare la sua relazione Pino Sansoni, biologo e naturalista, ha effettuato sopralluoghi lungo la foce ed ha incontrato numerosi cittadini di Ameglia, Bocca di Magra e Fiumaretta per raccogliere dati, pareri, informazioni.
Angelica Polverini, storica dell’arte, illustrerà mediante immagini ed antichi documenti cartografici come il fiume Magra sia sempre stato una minaccia dal punto di vista alluvionale ma come la popolazione, che in passato riusciva  a convivere con tale rischio in una relazione col fiume basata contemporaneamente sul rispetto dell’ambiente e delle sue leggi e sullo sfruttamento delle risorse positive, abbia progressivamente  modificato il suo rapporto col fiume in un processo di graduale disconoscimento delle proprie radici e del rispetto del nostro territorio, con conseguenze come sappiamo devastanti.
Aderiscono ” Circolo Dossetti”, VFLCG, CamminAmare, Progetto Uomo

Informazioni sull'articolo

Data
domenica, 22 gennaio 2012

Tags

Lascia un commento