Sarzana, che Botta!

« Nessun dolore resiste quando uno, destandosi tre mattine di seguito, ha nella faccia lo splendore vivificante del sole che sorge »

Le Corbusier


Magra e dissesto del territorio: ascoltiamo gli esperti?

Quel che resta del ponte della Colombiera

Quel che resta del ponte della Colombiera

Nel 2006 l’Autorità di Bacino aveva dettato una serie di misure per prevenire i disastri. Non hanno trovato attuazione un po’ perché non ci sono stanziamenti adeguati, un po’ (molto) per l’ostilità dei sindaci a sacrificare aree destinate “allo sviluppo” o già occupate da attività improprie per un fiume torrentizio.
Ora la parola d’ordine che Regione, Provincia e Comuni sono riusciti a far passare è: zittire l’Autorità di Bacino. Se l’alternativa fosse la mobilitazione delle migliori competenze a livello universitario in materia di idrogeologia e idraulica, nulla da eccepire. Ma per ora i sindaci fanno ciascuno per sé con i tecnici del comune. Ieri a Sarzana hanno iniziato a dragare l’Isolone. Lo fanno col consenso delle Consulte.  Le Consulte dei geologi e degli ingegneri idraulici? Ma va là: le consulte di quartiere. Anzi dei loro presidenti, convocati per firmare un documento redatto dall’Amministrazione comunale (democrazia partecipativa!).
Due dogmi: Scavare e fare argini, sempre più alti. Dietro l’angolo il business della ghiaia.
Noi cerchiamo di dare un contributo diverso. Proponiamo le indicazioni di studiosi di elevata competenza.  Pubblichiamo tre articoli : due del Sole 24 Ore, uno del Corriere della Sera. Non sono organi delle associazioni ambientaliste. Eppure si parla anche di edifici da demolire, ove necessario ….. E cantieri da ricollocare?

quei miliardi fas

cliccare sull'immagine per visualizzare l'articolo

…..
…..

cliccare sull'immagine per visualizzare l'articolo
cliccare sull’immagine per visualizzare l’articolo

disseto idrogeologico

cliccare sull'immagine per visualizzare l'articolo

cliccare sull'immagine per visualizzare l'articolo

la mappa

Informazioni sull'articolo

Data
mercoledì, 16 novembre 2011

Tags

Lascia un commento