Sarzana, che Botta!

« Se le amministrazioni non rappresentano più gli elettori, cambiamoli questi benedetti elettori »

Corrado Guzzanti


Incarichi urbanistici senza concorso. Parte un’inchiesta del Comitato

fortezzaLa notizia è apparsa mercoledì 16 su La Nazione: lo studio Apua di Santo Stefano Magra ha vinto un concorso per un centro commerciale in India. Già, in India fanno i concorsi.
A Sarzana e in Val di Magra no. Tanto che lo stesso studio Apua, che va a vincere all’estero, in Italia beneficia di questa anomalia, accumulando incarichi dai nostri comuni senza competere, ricavando – come altri loro colleghi baciati dal Potere – un ingiusto vantaggio economico ad esempio nei confronti dei loro colleghi indiani (italiani ed europei). E soprattutto precludendo la strada ai giovani.
Purtroppo una certa classe politica vuol far passare l’idea che i concorsi (come le procedure di trasparenza e di partecipazione) siano un fastidioso adempimento di legge, che intralcia la “politica del fare”.
Così succede che – a seconda del colore delle amministrazioni – gli incarichi finiscano sempre ai soliti professionisti. Qualche volta all’ Archistar di turno per convogliare col nome roboante il consenso popolare attorno a progetti di gruppi privati.
Per non ricevere l’accusa di essere generici, Sarzana, che botta! avvia un’inchiesta in tutti i comuni del Parco Magra. Obiettivo: rivendicare i concorsi come elemento di trasparenza e nuove opportunità per i giovani. Seguiteci dalla prossima settimana.
Oggi il fronte a sostegno dei concorsi pubblici si sta allargando. La stessa Confindustria è impegnata per una battaglia su una nuova legge più restrittiva. Ne pubblichiamo il testo tratto dall’inserto del Sole 24 Ore.

Informazioni sull'articolo

Data
sabato, 19 febbraio 2011

Sezione

Tags

Lascia un commento