Sarzana, che Botta!

« Quando il cittadino è passivo è la democrazia che s’ammala »

Alexis de Tocqueville


Concorso, la giuria premia lo studio Parentini. Ora la parola al voto popolare

Giacomo Palladini (a sin.), Giorgia Filattiera, Stefano Parentini.

Giacomo Palladini (a sin.), Giorgia Filattiera, Stefano Parentini.

Il progetto dello Studio Parentini di Bolano (SP) ha convinto la giuria tecnica, composta dai professori Paolo Baldeschi, Silvano D’Alto, Valerio Cutini e Luisa Santini, del concorso Ri-pensiamo via Muccini. I giurati sono stati concordi nel considerare le soluzioni proposte da Stefano Parentini, Giacomo Paladini e Giorgia Filattiera le più rispondenti a tutti i temi indicati dal bando. In particolare ha ottenuto molti consensi la pista sopraelevata pedonale e ciclabile di collegamento tra la Crociata, piazza Terzi e via Muccini, i percorsi verdi, gli spazi pubblici.

.

.

.

1)

Parentini_Tav_01_masterplan

cliccare per ingrandire

——————————

2)

Parentini_Tav_01_piano

——————————

3)

Parentini_Tav_01_viabilità

——————————

4)

Parentini_Tav_02_vista 1

——————————

5)

Parentini_Tav_02_vista 2

——————————

6)

Parentini_Tav_02_vista 3

——————————

7)

Parentini_Tav_02_viste………………………………

(qui gli altri progetti:

Gruppo 1 – Metarchitects – Immagini

Gruppo 3 – Del Monte/Salesi – Immagini

Gruppo 4 – Gosplan – Immagini

Informazioni sull'articolo

Data
domenica, 21 novembre 2010

Tags

11 commenti per “Concorso, la giuria premia lo studio Parentini. Ora la parola al voto popolare”


  1. arch.zanaboni scrive:

    soluzione maggiormente aderente al bando. unica pecca, forse, quella rampa lunga 90metri (credo) per sopperire al dislivello con il sovrapassaggio.
    interessante l’utilizzo della tipologia residenziale riprendendo quella del monopoli. complimenti
    arch. z

  2. Dave scrive:

    Sono d’accordo, anche se sinceramente oltre alla rampa non condivido neppure il semplice passaggio sulla ferrovia. Secondo me dovrebbe essere interpretato in modo più vivo….
    Comunque è vero sono i palazzi del Monopoli!!!!

  3. arch.zanaboni scrive:

    la mia era solamente una battuta. quella sulle case del monopoli intendo.
    credo sia solamente un codice grafico per le immagini.
    in un progetto bisognerebbe invece tenere anche conto delle soluzioni tecniche, cosa che la giuria forse a considerato di secondo piano.
    sicuramente i parcheggi, con quelle metrature, sono distribuiti molto male.
    l’architetto forse avrebbe dovuto controllare il lavoro dei suoi assistenti, anche se di rilievo inferiore, ma non si può certo tenere tutto sotto controllo in un progetto così ampio.
    l’unica cosa che mi dispiace è che questi piccoli errori (escludendo il fatto che il progetto era pessimo) lì ha fatti anche lo studio botta (vedi aree verdi, parcheggi e pista ciclabile).

  4. Dave scrive:

    In effetti ritrovare gli stessi errorini nel progetto che ha vinto fa pensare…

  5. Matteo scrive:

    L’impressione è che manchi sostanzialmente una cosa: un’idea, una qualsiasi.

  6. s scrive:

    ok, lo voto perchè mi convince più degli altri ma la resa degli edifici doveva essere più curata visto che due progetti li ho scartati anche per come venivano proposti i prospetti.
    Il voto è puramente per l’organizzazione e non per l’estetica.

  7. L scrive:

    credo anche io, non occorre andare a cercare chissà cosa.. manca un’idea per la città.. e un progetto senza idea a parer mio non può neppure definirsi progetto

  8. nel farvi i complimenti, ne approfitto per ringraziarvi per lo spazio concessoci nel vostro sito.

  9. enrico(metarchitects) scrive:

    chiaramente il ringraziamento è anche da parte mia.

  10. Mastrowolf scrive:

    l’unico dubbio che ho è sulla rampa sopraelevata… ma con quella non si va a vedere in casa alla gente dei primi piani che abitano li in zona?



Lascia un commento