Sarzana, che Botta!

« Se le amministrazioni non rappresentano più gli elettori, cambiamoli questi benedetti elettori »

Corrado Guzzanti


Via Turì, il giallo di una fidejussione di … carta

di Carlo Ruocco

talevi_rimpPer le opere pubbliche ancora da ultimare in via Turì l’Amministrazione comunale potrebbe sostituirsi all’Immobiliare Il Sole, escutendo una fidejussione di 64 mila euro allegata alla convenzione, stipulata il 19 giugno 2006 tra l’ingegner Talevi per il Comune e i legali rappresentanti dell’Immobiliare Patrizia e Antonino Romeo, Stefano e Massimiliano Pangallo. Ma la società IFIL (Istituto finanziario italiano e leasing) , che ha emesso la fidejussione, è sparita. Almeno dall’Italia. Dalla sua sede romana non emana nessun segno di esistenza in vita. In Comune dicono che risulta trasferita a Londra, assumendo la denominazione sociale di IFIL International House. Nulla a che vedere, presumiamo, con la nota scuola di lingua inglese, presente anche nella nostra città. Avrebbe sede al 223 di Regent Street. Ma sempre in Comune non sono riusciti a rintracciarla.

Sul documento depositato in Comune la società finanziaria sarebbe collegata all’Istituto San Paolo di Torino. Ma se si va su Internet si hanno tutt’altre informazioni.
Digitando la denominazione sociale che compare sul frontespizio della fidejussione, compare un sito Group IFIL web. Scorrendo, si ha l’impressione di una scatola vuota. Alla voce “La struttura del gruppo”, vengono descritte le funzioni delle varie direzioni (amministrativa, commerciale ecc.). Una descrizione generica buona per tutte le società. Non un nome di un direttore, non un organigramma societario.

Non si ha miglior fortuna cliccando sulla voce “Il gruppo in Italia”. Vuoto assoluto in tutte e tre le aree (Nord, Centro, Sud e Isole). E le società correlate indicate sono Project e Finance srl e Ambrosiana srl. Nessuna traccia della banca torinese. Alla voce “L’attività nel settore delle garanzie fidejussorie” viene spiegata cos’è una fidejussione, come si articola. Ma dell’attività della società non c’è traccia.

Sempre su Google la voce IFIL Istituto finanziario italiano e leasing compare alla terza voce tra le 106 cancellate dalla Banca d’Italia. Sede a Roma in via Fabio Massimo 88. Cancellata il 18 febbraio 2008.
Una notizia di un certo conforto per l’ingegner Talevi. Vuol dire che nel giugno 2006 esisteva e il codice ABI 331272 potrebbe non essere una patacca come in un’altra circostanza.

Se poi si digita su Google Ifil International House, si ottiene come primo risultato di ricerca “Sarzana, che botta!”. Insomma ce la siamo inventata noi! C’è una Ifil, ma è la finanziaria della famiglia Agnelli.

Dunque una scatola vuota? Non sarebbe la prima volta che l’Amministrazione comunale di Sarzana si trova con un pezzo di carta non esigibile. Ciò che non si capisce è perché il Comune e i suoi dirigenti non chiedano fidejussioni emesse da banche di provata esistenza e attività.

Informazioni sull'articolo

Data
sabato, 20 febbraio 2010

Tags

1 commenti per “Via Turì, il giallo di una fidejussione di … carta”


  1. paolo scrive:

    Non ho più notizie di detta IFIL ho mandato una Raccomandata con ricevuta di ritorno all’indirizzo di Londra senza nessuna risposta, non è ritornata neanche la ricevuta di ritorno, Se avete nuove notizie Vi pregherei di farfmele pervenire, ringrazio Paolo



Lascia un commento