Sarzana, che Botta!

« Quando il cittadino è passivo è la democrazia che s’ammala »

Alexis de Tocqueville


Articoli di gennaio, 2010

Alluvione, il naufragio delle autorità locali

"Rivolgetevi alla Protezione Civile". Le autorità locali preposte alla salvaguardia del territorio hanno alzato bandiera bianca. E' quanto è emerso da un incontro in Provincia con gli operatori. Ospitiamo la testimonianza di Pier Luigi Marchi

L’Avvenire è il coraggio di fare Cultura

Sarzana al centro del dibattito nazionale sull'urbanistica partecipata. Come esempio negativo, ovviamente. Merito dell'inserto culturale de L'Avvenire di domenica che ha messo a confronto La Cecla, Botta e Ray Lorenzo. Tutto da leggere.

Via Muccini, Poirot indaga

Per trent'anni non era mai successo nulla. Da quando il Piano Botta è approdato in consiglio comunale nelle fatiscenti costruzioni di via Muccini succede di tutto: almeno due incendi e un crollo. Eventi che ogni volta suggeriscono al sindaco o all'assessore all'urbanistica pubbliche dichiarazioni sull'urgenza di aprire i cantieri del Piano. Circostanze perlomeno singolari. Due ipotesi: o il piano Botta porta sfiga oppure gli occupanti abusivi (immigrati clandestini che vi dimorano) hanno deciso di appoggiare il Piano, creando le condizioni per una bella accelerazione. Per dipanare il dubbio pare sia stato ingaggiato il noto investigatore belga Hercule Poirot.

Prima che la città cancelli la campagna: quattro proposte dell’urbanista Salzano

Provate a immaginare una Val di Magra tutta costruita, in nome dello "sviluppo". Sarebbe piacevole, vivibile, appetibile per i turisti? Si può contrastare il consumo di suolo? A Riomaggiore l'urbanista Edorardo Salzano ha lanciato delle proposte