Sarzana, che Botta!

« Il diritto alla città non è soltanto un diritto all’accesso di quanto già esiste, ma il diritto di cambiarlo. Noi dobbiamo essere certi di poter vivere con le nostre creazioni. Ma il diritto di ri-fare sé stessi attraverso la creazione di tipi qualitativamente differenti di socialità urbana è uno dei più preziosi diritti umani »

Harvey(2003)


 

Arlecchini e arlecchinate

Arlecchino“I nuovi palazzi di via Muccini sono delle arlecchinate. Tutti quei colori!!”. Il verdetto di un politico di lungo corso viene pronunciato, senza troppi riguardi, in una pubblica assemblea, presente l’architetto Luigi Piarulli, che quei palazzi ha disegnato. Una storica dell’arte si alza a difesa, evocando i colori delle piazzette del centro storico. Il verdetto non cambia. A fine riunione una voce irridente si leva in sala. “A pensarci Arlecchino è ben presente nel nuovo Piano. Botta non è forse architetto di fiducia delle cooperative e del Comune, pagato da entrambi? E la nostra amministrazione quanti padroni ha servito con la Variante? In via Muccini ha soddisfatto le Coop e col Laurina Miranda. Non era forse Arlecchino servitore di due padroni?”. Non manca neppure Pantalone, i cittadini contribuenti, che pagano per tutti.

Facebook

Informazioni sull'articolo

Data
sabato, 17 ottobre 2009

Tags

Lascia un commento