Sarzana, che Botta!

« D’una città non godi le sette o settantasette meraviglie, ma la risposta che dà ad una tua domanda »

Italo Calvino


Caleo, che Botta!

Tre siluri sulla giunta comunale

Il primo dall’ex senatore Lorenzo Forcieri (PD, presidente Autorità Portuale) che scrive al sindaco di Sarzana, Massimo Caleo. “Non mi capacito di tanta ostinazione”. Per di più a piano regolatore ormai da tempo scaduto.(…) “Perché, almeno nelle aree di proprietà del Comune non si e’ pensato a ridurre un po’ le volumetrie?”
(leggere qui un estratto della lettera)

Il secondo da Marina Terragni (Corriere della Sera) che oggi scrive su Io Donna Sarzana. Botta e risposta: “Mario Botta è l’archistar ingaggiata per una speculazione da 200mila metri cubi, in parte pubblica (giunta rossa bulgara: ma con il centrodestra sarebbe stato uguale, trattasi di danée) e in parte privata (Unieco, Coop rosse di Reggio Emilia, tra i maggiori colonizzatori dello spezzino).

(leggere qui l’articolo per esteso)

Il terzo da Egidio Banti: “Quanto sta accadendo, purtroppo è la conferma pura e semplice di quanto, molto modestamente, mi ero permesso di segnalare già parecchi mesi or sono, e cioè un errore di metodo che io – volendole bene – non mi sarei aspettato dall’amministrazione comunale di Sarzana”.
(qui la lettera)

Informazioni sull'articolo

Data
domenica, 12 luglio 2009

Tags

Lascia un commento