Sarzana, che Botta!

« Il diritto alla città non è soltanto un diritto all’accesso di quanto già esiste, ma il diritto di cambiarlo. Noi dobbiamo essere certi di poter vivere con le nostre creazioni. Ma il diritto di ri-fare sé stessi attraverso la creazione di tipi qualitativamente differenti di socialità urbana è uno dei più preziosi diritti umani »

Harvey(2003)


 

Botta social club

Gli abitanti che confinano con gli “scheletri” dei palazzi Botta raccontano che gli edifici sono già frequentati da persone senza dimora. Perfetto: i primi piani erano giusto destinati all’edilizia sociale per i meno abbienti. Saltati i parcheggi, saltata la viabilità, saltati il verde e i servizi, almeno un obiettivo del Piano è stato centrato …


Informazioni sull'articolo

Data
sabato, 15 novembre 2014

Tags

Lascia un commento