Sarzana, che Botta!

« È anzitutto alla casa di abitazione che occorre rivolgere la massima cura. Se gli uomini vivessero veramente da uomini, le loro case sarebbero dei templi »

Mario Botta, citando Ruskin


I cinque architetti
a Sarzana hanno
un handicap:
sono giovani

Quando abbiamo letto i loro curricula, abbiamo pensato: chi sa quanti giovani architetti di valore ci sono nella nostra provincia, che non hanno mai un’occasione pubblica di rilievo per farsi valere.
E’ lo stesso pensiero che ci aveva motivato nel 2010 ad organizzare il concorso di idee per ridisegnare piazza Terzi, salvando il vecchio mercato, esempio di architettura razionalista destinato alla demolizione, e rendendo più vivibile e meno cementificata l’area.
La nostra presidentessa Roberta Mosti sulla ristrutturazione dell’ex mercato ci ha costruito la tesi di laurea conseguita presso la facoltà di architettura dell’università di Genova. Oggi Roberta lavora presso uno studio tecnico. Guia Valentina Ferrari sta preparando la tesi.

Guia Valentina Ferrari

Anche lei presso la facoltà di architettura di Genova. A loro, che avevano elaborato il primo, originario progetto di piazza Martiri totalmente alberata, si sono aggiunti ora altri tre giovani architetti. Due, Roberto Romeo e Jacopo Galli, hanno costituito lo studio SNAP!-Architettura con sede in via Bonaparte. Il terzo, Fabrizio Fiscaletti, che ha condiviso il loro lavoro, non è sarzanese. E’ originario di Pesaro, lavora a Parma e con Roberto e Jacopo condivide amicizia e alcuni progetti.

Ve li raccontiamo in breve.

Roberto Romeo

Roberto Romeo. Laurea magistrale in architettura a Parma con una tesi-progetto promossa dall’università sul recupero della vecchia sede della fabbrica Bormioli, tesi esposta al Festival dell’Architettura di Parma (relatore professor Carlo Quintelli). Master in “Progettazione dello spazio pubblico” alla facoltà d’ingegneria civile a Pisa. Ha collaborato con l’architetto Zuccheri di Parma al recupero del borgo di Tabbiano Terme.

 

 

Jacopo Galli

Jacopo Galli. Si è laureato a Parma con Roberto e assieme hanno lavorato al progetto di recupero della vecchia fabbrica. Poi ha scelto di fare esperienza presso studi di architettura di Londra e Casablanca. Tornato a Parma ha collaborato con lo studio Canali Associati al nuovo progetto d trasformazione dell’area industriale  Portello a Milano in zona residenziale.

 

 

Fabrizio Fiscaletti

Fabrizio Fiscaletti: E’ il creativo del gruppo. Appena più che trentenne come Jacopo e Roberto, ha già iscritto il suo nome tra i progettisti dell’Expo 2015 di Milano. Ha partecipato in qualità di progettista unico al concorso “Instant house”, progettando il padiglione “Recinto rurale” per la riqualificazione delle vie d’acqua per l’Expo e lo ha vinto.In precedenza con l’architetto Sandro Pittini aveva vinto il concorso “Le note dell’architettura” per la ristrutturazione dell’Istituto musicale di San Marino. Attualmente collabora con lo studio “Canali associati” per la progettazione del “Nuovo grande museo del Duomo di Milano”.
Ora capite perché il Comitato Sarzana, che botta! insiste per i concorsi pubblici? Per liberare nuove energie, arricchire con la creatività il patrimonio pubblico,  creare opportunità per i giovani professionisti indipendentemente dalle tessere di partito.
Al sindaco Cavarra diciamo che Sarzana smart city è uno slogan senza senso, pura propaganda, se non si riempie di contenuti culturali nuovi. E’ la nostra sfida.

Informazioni sull'articolo

Data
lunedì, 20 ottobre 2014

Tags

Lascia un commento