Sarzana, che Botta!

« L’architettura è un fatto d’arte, un fenomeno che suscita emozione (...). La Costruzione è per tener su: l’Architettura è per commuovere »

Le Corbusier


Rifiuti: risorsa in Europa, un problema per Spezia e provincia. Vediamo perché

  I rifiuti, che in Europa sono considerati una risorsa, nel nostro territorio continuano a essere un problema. Anzi “IL PROBLEMA” (dopo la disoccupazione). Senza l’apporto del Comune capoluogo col suo (peraltro modesto) 37% di raccolta differenziata, la provincia della Spezia sarebbe la cenerentola della Liguria in materia di rifiuti. Invece con la media del 30,38 % siamo la terza provincia (su quattro).  Eppure i Piani per un corretto ciclo dei rifiuti ci sono. Uno, adottato nel 2003, attuato in piccola parte; un secondo del 2011, dimenticato nei cassetti.
Proviamo a conoscerli e a capire perché non hanno funzionato o perché non vengono applicati. E’ questo il contenuto del terzo appuntamento per parlare di rifiuti.
Dopo i big internazionali della strategia Rifiuti Zero (Paul Connett e Rossano Ercolini) affrontiamo il problema “rumenta” a livello provinciale sempre con l’occhio rivolto all’Europa, che ci guarda (e ci multa).

Venerdì 18 ottobre alle ore 17,15 presso la sala della Repubblica, incontro dal titolo “Rifiuti, istruzioni per il ri-uso”.

Scarica la locandina dell’evento

L’incontro sarà introdotto dal saluto del sindaco di Sarzana, Alessio Cavarra, che si conferma attento e sensibile al problema, e sarà moderato dal vicepresidente del Comitato, Andrea Forcieri.
Tre le relazioni.

Paolo Falco: Il piano provinciale dei rifiuti del 2003. La sua attualità e attuabilità.

Professor Attilio Tornavacca: Il Piano del 2011, un progetto al passo con l’Europa.

Laura Ruocco e Sandro Amorfini: Porta a porta l’esperienza della Spezia.

Rifiuti Liguria Dati raccolta differenziata

Informazioni sull'articolo

Data
martedì, 15 ottobre 2013

Tags

Lascia un commento