Sarzana, che Botta!

« l’urbanistica degli imprenditori. Essi pensano e realizzano, senza nasconderlo, per il mercato, in vista di un profitto. La novità, il fatto più recente, è che essi non vendono più alloggi o immobili, ma urbanistica. Con o senza ideologia, l’urbanistica diventa valore di scambio »

LeFebvre (1968)


La Consulta: i piani attuativi sono da sottoporre a VAS. E’ il caso del Piano Botta

La Corte Costituzionale si è pronunciata sull’applicazione della Valutazione d’impatto ambientale (sentenza n. 58 25-29 marzo 2013, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 14 del 3 aprile scorso.. La Consulta ha messo in chiaro un bel po’ di principi che la Regione Veneto (e la Regione Liguria) si ostinano a ignorare.
Marco Grondacci, che da anni sostiene che la Regione Liguria è in grave difetto, ha commentato la sentenza sul suo blog: http://notedimarcogrondacci.blogspot.it/2013/04/la-corte-costituzionale-conferma.html?showComment=1365355978971#c8658947466968706974

In sintesi la sentenza della Corte Costituzionale ribadisce i seguenti principi:
1. sono sottoponibili a VAS i piani attuativi (in Liguria Piani Particolareggiati e PUO) se hanno un impatto significativo, anche se non prevedono progetti sottoponibili a VIA
2. sono sottoponibili a VAS i piani attuativi  (in Liguria P.P. e PUO) di piani urbanistici generali (in Liguria i PRG e i PUC) che non hanno avuto la VAS (la Variante Botta rientra in questa fattispecie)
3. sono sottoponibili a VAS (almeno come procedura di verifica) i piani attuativi  (in Liguria P.P. e PUO) di piani urbanistici generali (in Liguria i PRG e i PUC) che hanno avuto la VAS, se detti piani attuativi costituiscono varianti ai piani generali.
4. sono sottoponibili a VAS  i piani attuativi di piani urbanistici generali già sottoposti a VAS  se prevedono progetti/opere sottoponibili a VIA  e questi ultimi non sono stati sottoposti a quest’ultima valutazione in sede di approvazione del piano urbanistico generale (in Liguria PUC).

 

 

Informazioni sull'articolo

Data
domenica, 28 aprile 2013

Tags

Lascia un commento