Sarzana, che Botta!

« Il diritto alla città non è soltanto un diritto all’accesso di quanto già esiste, ma il diritto di cambiarlo. Noi dobbiamo essere certi di poter vivere con le nostre creazioni. Ma il diritto di ri-fare sé stessi attraverso la creazione di tipi qualitativamente differenti di socialità urbana è uno dei più preziosi diritti umani »

Harvey(2003)


 

Una piscina fuori ordinanza

 Sarzana ha una piscina. A Santa Caterina? No, quella la vedranno – forse – gli abitanti del quarto millennio nonostante i periodici annunci del sindaco. Al Liceo Parentucelli? No, quella è della Provincia e dell’Arci. Il nuovo impianto si trova in via Muccini nell’area del cantiere Botta. Ha un limite: funziona solo nei giorni di pioggia. E’ visibile dal bordo della strada. La profondità è di circa due metri. Ha un difetto: non è omologata. Non era prevista nel progetto. Per il geologo del Comune e delle Cooperative (solita confusione di ruoli) Massimo Morachioli non c’era acqua per alimentarla, per cui il capo dell’ufficio tecnico ingegner Franco Talevi non l’aveva inserita tra le opere di urbanizzazione a scomputo ….

Informazioni sull'articolo

Data
giovedì, 29 novembre 2012

Tags

Lascia un commento