Sarzana, che Botta!

« L’architettura è un fatto d’arte, un fenomeno che suscita emozione (...). La Costruzione è per tener su: l’Architettura è per commuovere »

Le Corbusier


Via Landinelli: salviamo le antiche mura dalla tomba di cemento

La ristrutturazione di via Landinelli e di piazzetta De André ha riportato alla luce un tratto delle antiche mura di Sarzana del Cinquecento. Il Comitato Sarzana, che botta! è subito intervenuto presso il sindaco (e assessore alla cultura) Massimo Caleo e la Soprintendenza per chiedere che le vestigia di Sarzana non siano nuovamente sepolte.

via Landinelli: le antiche mura emerse dagli scavi

via Landinelli: le antiche mura emerse dagli scavi

L’amministrazione ha detto che attende il responso della Soprintendenza, ma un sindaco che si rispetti potrebbe anche decidere in autonomia, se ritiene che la storia della sua città non vada “tombata” per sempre.

Questa la lettera del Comitato.

All’attenzione

del Sindaco di Sarzana,

dell’Assessore alle Opere Pubbliche del comune di Sarzana,

della Soprintendenza dei beni Storici e Archeologici della Liguria.

Alla luce di quanto emerso durante gli scavi in piazza De Andrè, per i lavori  la pavimentazione di via Landinelli, l’associazione “Comitato Sarzana che botta!” si rivolge alle istituzioni perché non permettano che si ricopra nuovamente di terra quel patrimonio sepolto da troppi anni: le mura antiche dei fossati.

piazza Battisti e via Landinelli

piazza Battisti e via Landinelli

Per chi conosce la vicenda urbanistica di Sarzana , il ritrovamento delle antiche mura non è un caso fortuito, ma purtroppo pochi sanno che via Landinelli sorge su quelli che una volta erano i fossati. Forse i più giovani che su quella piazza passano molto del loro tempo, non sanno quale sia la vera storia di quel pezzo di Sarzana. Sarebbe importante riportare alla luce tutto il tratto di mura ancora intatto e pensare di integrarlo nella pavimentazione della strada, per ricostruire ipoteticamente il tracciato originario che racchiudeva il centro storico.
Un’operazione che può restituire decoro alla strada e aggiungere un altro tassello alla valorizzazione dell’intero centro storico, ricomprendendo una zona ritenuta marginale.
Se Sarzana è veramente una città che fa della cultura un punto di forza e di richiamo turistico sarebbe necessario restituire alla memoria di tutti, non solo a quella degli studiosi locali, una grande testimonianza del passato, attraverso una variazione in corso d’opera dei lavori di pavimentazione.

Le antiche mura emerse in via Landinelli

Le antiche mura emerse in via Landinelli

Perché la cultura a Sarzana non sia solo i grandi nomi della musica  e della televisione, la nostra associazione, da sempre attenta al recupero dell’identità di Sarzana e alla divulgazione della cultura urbana, si appella alle Istituzioni perché lavorino, d’accordo, a un progetto che restituisca alla città parte dell’antico tracciato muraneo inesorabilmente e volontariamente distrutto da scelte urbanistiche sbagliate.

Il direttivo del “Comitato Sarzana che botta!”

Informazioni sull'articolo

Data
sabato, 9 luglio 2011

Tags

Lascia un commento