Sarzana, che Botta!

« Il fine di ogni associazione è la conservazione dei diritti naturali e imprescrittibili dell’uomo: libertà, proprietà, sicurezza e resistenza all’oppressione »

Dichiarazione dei diritti dell’uomo e del cittadino del 1789


 

In campagna elettorale ogni scherzo vale!

L'ultima variante della piscina di Santa Caterina

L'ultima variante della piscina di Santa Caterina

“Si procede all’ennesima variante del progetto per fare un favore a un privato … “. Parole, mai smentite, di Andrea Camaiora, candidato sindaco per il Popolo delle libertà (La Nazione. 26 febbraio 2010). Il progetto è quello della “mitica” piscina di Santa Caterina. Il “privato” è la società che ha rilevato il compendio immobiliare.
Il big del Popolo delle libertà ha detto parole …. in libertà? Nel caso, come dicono a Spezia, è una “leggera” e non merita la poltrona di sindaco. Oppure, novello Davide, ha lanciato una fiondata contro Golia Caleo (76 per cento dei voti, come ricorda spesso). Allora delle due l’una: il pupillo del Berlusca ha sparato un carico e ha le prove oppure ha barato al tavolo da gioco elettorale.
Nel primo caso un qualsiasi pubblico ministero, che ha ancora voglia di esercitare l’azione penale e procedere a un controllo di legalità (e meritarsi lo stipendio mensile), salterebbe sulla sedia, convocherebbe Camaiora in Procura e gli chiederebbe conto di quell’affermazione. Poi ipotizzerebbe una serie di reati da brivido dal peculato, alla truffa aggravata, all’abuso d’ufficio e manderebbe in Comune un’agguerrita squadra di polizia giudiziaria, composta da agenti che non hanno carriere da inseguire, mogli impiegate in uffici pubblici locali, figli da sistemare, con l’ordine di acquisire tutte le varianti del progetto della piscina, le convenzioni tra il Comune e i privati, relative agli oneri di urbanizzazione.
Caleo, emulo di Berlusconi, strillerebbe contro l’invasione di campo della magistratura, contro le toghe nere che gettano fango sulla Sarzana “antifasista”, alla congiura elettorale dei giudici contro di lui, al golpe giudiziario. Camaiora (non facendosi sentire dal suo Cavaliere) inneggerebbe alla magistratura (finalmente “politicizzata” dalla parte giusta!).
L’esito?
Quale esito?
La Procura ha già archiviato l’inchiesta il 27 febbraio. Lapidaria la motivazione: “In campagna elettorale, ogni scherzo vale”.

Informazioni sull'articolo

Data
giovedì, 11 marzo 2010

Tags

Lascia un commento