Sarzana, che Botta!

« Il diritto alla città non è soltanto un diritto all’accesso di quanto già esiste, ma il diritto di cambiarlo. Noi dobbiamo essere certi di poter vivere con le nostre creazioni. Ma il diritto di ri-fare sé stessi attraverso la creazione di tipi qualitativamente differenti di socialità urbana è uno dei più preziosi diritti umani »

Harvey(2003)


Non vogliamo espropriare Campione del titolo di “Città dell’Ecomostro”

ecomostroMario Botta e il casinò di Campione, ecomostro lombardo

L’Architetto Botta dovrebbe ricorrere a tutta la nobile arte dell’affabulazione, nella quale è maestro, per convincerci che l’edificio nelle immagini è stato progettato con la dovuta attenzione alla storia e al preesistente della città. Sì, secondo quella favola che si diletta a raccontare ad ogni convegno a cui viene invitato.

Nel 2007, l’edificio che si è meritato il titolo di “più brutto” della Lombardia è  stato il casinò di Campione d’Italia. A decretarne il successo è il sito www.nonsolopuntaperotti.it, che ogni anno ospita il concorso dedicato alle più clamorose mostruosità urbanistiche del territorio. L’edificio costruito dall’architetto ticinese Mario Botta l’ha spuntata su tutti.

Informazioni sull'articolo

Data
lunedì, 2 marzo 2009

Tags

Lascia un commento