Sarzana, che Botta!

« l’urbanistica degli imprenditori. Essi pensano e realizzano, senza nasconderlo, per il mercato, in vista di un profitto. La novità, il fatto più recente, è che essi non vendono più alloggi o immobili, ma urbanistica. Con o senza ideologia, l’urbanistica diventa valore di scambio »

LeFebvre (1968)


Articoli di settembre, 2009

Svizzera, la Würth assegna progetti con concorsi “pubblici”

A Sarzana il Comune ha assegnato una variante al piano regolatore senza concorso. In Svizzera, regno del capitalismo, un grande gruppo privato ha bandito un concorso per ristrutturare un'area. Con risultati straordinari. Lo racconta Fabrizio Dei.

Abbiamo chiesto un commento a…

Maria Clotilde Fiori Pucci Il primo commento che mi torna spontaneo è quello già espresso da me al Barontini a Roberto Bottiglioni: “Gli incontri culturali che si svolgono sul territorio (dal Festival della Mente alle attività delle varie associazioni locali) ci insegnano quanto la nostra storia , la tutela del nostro ambiente e della nostra […]

Dopo il consiglio blindata la città

Roberto Saviano irrompe al Festival della Mente e domenica la città viene blindata. A presidiarla centinaia di cacciatori calati a Sarzana per la tradizionale fiera degli uccelli. Prima d’ora a Sarzana era stato blindato solo il voto in consiglio comunale per deliberare il piano Botta …..

Un sito internet per una nuova idea di città

Oggi tutti riconoscono al Comitato "Sarzana, che botta!" il merito di aver riportato all'attenzione dei cittadini le grandi scelte urbanistiche che riguardano la loro città e di averli resi di protagonisti. La creazione di questo sito intende continuare a promuovere una nuova cultura della città.

L’urbanista Cervellati: i grattacieli sono una trappola

E’ stato uno degli autorevoli pareri sul blog “Sarzana, che botta!” che ha affossato la torre. Pier Luigi Cervellati, titolare della cattedra di Recupero e riqualificazione urbana e territoriale alla Facoltà di Architettura dell’Università di Venezia, ha scritto per il Comitato. Ora riduciamo le volumetrie!

Il sogno tradito di Botta: una città a misura di bambino

Se un sindaco le desse carta bianca, che città disegnerebbe? Botta: "Cercherei di salvare il mondo fantastico dell'infanzia e progetterei altri parchi-gioco, luoghi dove ci si può arrampicare sugli alberi..." A Sarzana non ha progettato nulla di tutto questo.

Botta: soldi secondari rispetto ai bisogni dell’uomo

Il rapporto tra architettura e soldi è sempre esistito nella storia. Borromini e i suoi prìncipi, Domenico Fontana e Sisto V… A Mario Botta, architetto di fama internazionale, a Sarzana sono toccati in sorte i Princìpi dell’Era della Cementificazione. Ha un bel parlare (intervista rilasciata a TVN, emittente milanese) di bisogni dell’uomo primari…

Botta: architettura sostenibile? Roba da giovani!

Grande architetto, che in passato ha rappresentato la modernità. Oggi ci stupisce sentirlo affermare, durante un'intervista ad una TV locale milanese, che l'architettura sostenibile è cosa del Futuro (entrare nell'articolo per visualizzare il video). Il Maestro ha da imparare dai giovani, per i quali l'ecosostenibilità e il risparmio energetico sono Storia dell'oggi.